lunedì 25 febbraio 2013

Le biove di Jo con pasta madre



Cari amici, continuano i miei esperimenti con la pasta madre. In questi giorni, l'ho rinfrescata, così ho cercato una nuova ricetta e la mia attenzione è caduta sulle biove. Si tratta di un pane che soddisfa maggiormente i gusti di mio marito, che predilige i pani morbidi e alveolati, piuttosto che quelli in cassetta compatti. Così ho azzardato e sinceramente il risultato è stato apprezzato, in verità il pane non è arrivato a sera!
Anche io sono rimasta soddisfatta e quindi replicherò con gioia.
Le mie ispiratrici sono state le sorelle Simili e le loro biove: ovvio, in quanto sperimentatrice in erba, ho apportata delle modifiche nella miscela, ma questo mi sembra non ne abbia compromesso il risultato!



Ingredienti

400 gr di farina 0 
100 gr di farina forza 1
280 gr di acqua
100 gr di lievito madre
15 gr di olio evo
1O gr di miele di acacia
8 gr di sale


In una ciotola diluisco la pasta madre con l'acqua tiepida, il malto, l'olio evo e poi pian piano aggiungo le farine setacciate, infine il sale.
Lavoro l'impasto ottenuto per una decina di minuti fino a renderlo ben elastico ed omogeneo e lo faccio riposare per un'oretta buona.

A lievitazione avvenuta, riprendo l'impasto e lo divido in 2 parti.
Prendo una ad una le palle di pane e le tiro con il mattarello in un lungo rettangolo, lo arrotolo delicatamente su se stesso dal lato più lungo, appiattisco per il lungo e lo tiro in una sfoglia sottile lunghissima.
Poi arrotolo la sfoglia su se stessa senza pressare troppo!
Prendo un canovaccio infarinato e metto le girelle di pane ben distanziate con le estremità che battono contro i fermi che abbiamo scelto e piego il canovaccio come a fare da parete alle girelle. Praticamente così imprigionate dovrebbero lievitare in altezza piuttosto che in lunghezza.
Lascio lievitare ancora per 45 minuti.

Dopo la seconda lievitazione prendo ogni girella e la divido nel senso della lunghezza in due parti servendomi di una spatola di plastica.
Dispongo sulla piastra le future biove con la parte tagliata verso l'alto e con una lametta pratico un taglio nel senso della lunghezza.
Infine inforno per 35 minuti a 200° in forno non ventilato, oppure nel forno della stufa.





Confrontando le foto che ci sono in rete delle biove fatte in casa, le mie non sono particolarmente belle, ma vi assicuro che “erano” molto buone!





ciao a tutti ...al prossimo esperimento!


6 commenti:

  1. Esperimento riuscitissimo. Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  2. grazie Gio sei sempre molto incoraggiante! ;)

    RispondiElimina
  3. Ciao, passa a trovarmi, c'è una sorpresa per te:
    http://semivaniglia.blogspot.it/2013/03/camino.html
    floriana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Floriana lo farò sicuramente! un abbraccio!

      Elimina
  4. Hey! Great post I just came across your blog and
    I love it! It would be amazing if you could visit my blog too.
    We can also follow each other if you like! :)
    thanks for sharing !!!
    καρυωτακης
    kariotakis

    RispondiElimina
    Risposte
    1. thank you very much! I will visit your blog bach soon! excuse my english! see you later!

      Elimina

Ciao grazie per esser venuto a casa mia....